Domenica 27 ottobre 2019 - Montesacro tra storia e cinema
Data: Mercoledi, 23 di Ottobre del 2019 (12:26:06)
Argomento: Eventi


Domenica 27 ottobre 2019

Montesacro tra storia e cinema

Riparte il nostro viaggio alla scoperta dei quartieri di Roma, che questa volta ci porterà a Montesacro.
Dopo aver percorso tutta la nuova pista ciclabile della Nomentana, arriveremo nella zona del quartiere delle Valli, racchiusa da un'ansa dell'Aniene, dove all'interno di una cava furono ritrovati due crani umani fossili del cosiddetto "Uomo di Saccopastore". Dopo aver attraversato il Ponte Nomentano saliremo sulla collina di Monte Sacro, dove i plebei romani in rivolta ascoltarono l'apologo di Menenio Agrippa e dove Simon Bolivar giurò di liberare i popoli sudamericani dall'oppressione spagnola.
Poi entreremo nella Città Giardino Aniene, il più vasto esempio di "garden city" in Italia, con oltre 500 villini costruiti negli anni '20 da cooperative di ferrovieri, impiegati dello stato e liberi professionisti. Entreremo in un vero e proprio labirinto di vie tortuose per cercare gli esempi più belli di villini tra quelli sopravvissuti (il 70% circa) alla sconsiderata sostituzione con palazzine di 4 o 5 piani operata tra gli anni '50 e '60. Oltre ai villini incontreremo gli edifici pubblici di Piazza Sempione di Sabbatini, la chiesa dei Santi Angeli Custodi di Giovannoni, l'ex Casa della G.I.L. di Minnucci e i cinque interventi dell'Istituto Case Popolari, delle vere e proprie oasi perfettamente integrate tra le abitazioni private.
Concluderemo il nostro giro in Via Gran Paradiso dove fu girata la famosa scena iniziale di "Ladri di biciclette" di Vittorio De Sica, quella in cui il protagonista trova lavoro come attacchino.
Tra i film che sono stati girati a Montesacro, oltre a "Ladri di Biciclette", ci sono "Febbre di vivere" (1953) di Claudio Gora, "Il ferroviere" (1956) di Pietro Germi, "Il rossetto" (1960) di Damiano Damiani, "I piaceri dello scapolo" (1960) di Giulio Petroni e "La Piovra IV" (1989) con la scena della morte di Michele Placido nell'ex G.I.L.

Appuntamento: Domenica 27 ottobre 2019, ore 9.30, all'uscita della fermata della metro B "Castro Pretorio".
Per chi viene da Ostia, si consiglia di prendere il treno che parte alle 8.30 da Cristoforo Colombo (ore 8.37 a Lido Centro, ore 8.48 a Acilia), scendere a "Basilica San Paolo" o "Porta San Paolo-Piramide" (le più comode con ascensori e scale mobili) e lì prendere la Metro B fino a Castro Pretorio (qui ci sono gli ascensori fino al piano strada).

Percorso e difficoltà: il percorso si svolge su strade asfaltate, generalmente poco trafficate. È di circa 18 km, con qualche salitella non molto impegnativa. È adatto a tutti e a qualsiasi tipo di bici.

Durata: circa 4 ore. Riprenderemo la metro B1 a Jonio verso le 13-13.30 e il treno da Basilica San Paolo verso le 13.30-14.00.

Materiale informativo: sarà distribuito a tutti i partecipanti via mail.
Chi vuole ricevere materiali video (sequenze di film) o fotografici via WhatsApp, può dirlo al momento dell’iscrizione, indicando anche il proprio numero telefonico.

Note: portare l’attrezzatura per piccole riparazioni (camera d’aria di riserva, leve per il copertone, chiavi). È consigliato indossare il casco protettivo. Non dimenticare di controllare la bicicletta: ruote gonfie e meccanica in ordine (cambio, deragliatore, freni, ecc…).

Prenotazione: È necessaria la prenotazione per permettere l'organizzazione dell'uscita e soprattutto per poter informare i partecipanti di eventuali variazioni al programma (in caso di pioggia la gita verrà rinviata).
Inviare una mail a info@ostiainbici.it.
Le prenotazioni debbono essere effettuate entro venerdì 25 ottobre 2019.

Romano V.









Questo Articolo proviene da OstiaInBici.it
http://www.ostiainbici.it/

L'URL per questa storia è:
http://www.ostiainbici.it//modules.php?name=News&file=article&sid=759